La realtà cambia quando cambia il nostro modo di osservarla

La realtà cambia quando cambia il nostro modo di osservarla

Aula del Tribunale di Torino, qualche anno fa.

All’epoca lavoravo nella sezione specialistica Reati Ambientali come ufficiale di polizia giudiziaria. Era abbastanza normale, pertanto, comparire in qualità di testimone nelle udienze.

L’udienza era già stata rinviata di qualche mese. Il magistrato che avevo incontrato alla prima udienza mi aveva parlato dell’avvocato difensore della società, un’importante realtà torinese, come di un osso duro.

Dopo le domande del Pubblico Ministro, è l’avvocato ad interrogarmi. Avevo presenziato ad altre udienze, ed erano sempre state soft a differenza di quanto mi raccontavano altri colleghi, in cui i difensori li avevano attaccati.

L’avvocato inizia le domande. Retoriche in realtà. Stava cercando di dimostrare le mie mancanze. Prima reazione: i miei colleghi hanno ragione. Un attimo di rabbia.
Seconda reazione: la consapevolezza che se mi sta attaccando personalmente è perché non ha altro. Il reato sussiste eccome.
Terza reazione: penso a quanto si deve sentire avvilito. Lo pagano profumatamente e lui non ha appigli.
Quarto: lo guardo con simpatia mentre sta leggendo le sue domande e.. Gli sorrido empaticamente. Gli mando amore incondizionato. Lo sente, alza lo sguardo. Un attimo di sbigottimento. vacilla. E nonostante tutto mi sorride.

Udienza finita, rinviata anche stavolta. Torno nel mio ufficio, distaccato rispetto al Tribunale. Sorrido ancora all’idea di quanto successo in Aula.

Mi è sempre piaciuto tenere aperta la porta dell’ ufficio. Sa di accoglienza e, ovviamente, di apertura.

Mentre lavoro al PC sento qualcuno che mi chiede informazioni dalla porta. Ci guardiamo e Sorridiamo.

Era l’avvocato difensore che cercava un mio collega. Non immaginava di trovarmi lì. Dopo un attimo di stupore, si prodiga in scuse per avermi attaccata in udienza. Lo tranquillizzo, sorridiamo e va bene così.

Quello che volevo trasmetterti è questo.. Non possiamo cambiare i fatti. Ma ripulire energie di bassa vibrazione e ampliare il nostro modo di vederli e percepirli ( frutto dei nostri condizionamenti) cambia le nostre azioni e, di conseguenza, la realtà circostante.

Nulla è scritto e scontato… dipende solo da te. Puoi fare la differenza…per cui FALLA!!!!

Con amore,

Valeria Cammarata

Calendario Seminari VirtualMind®

Nessun commento

Lascia il tuo commento